Teatro Caverna

Associazione culturale // La cultura è il nostro ossigeno, ABoccAperta respiriamo: ricerca artistica teatrale - arti visive - letteratura - musica - cinematografia

26-27-28 novembre | In Caverna

Laboratorio di danza

26-27-28 novembre
dalle 20.00 alle 22.30
Laboratorio di danza 
Con Matteo Marchesi



Un laboratorio di danza per tutti, danzatori o semplici sperimentatori.
Con Matteo Marchesi

Le tre serate proposte vogliono essere un'occasione di gioco e ricerca sulle potenzialità del lavoro fisico partendo dalla consapevolezza della dinamica nello spazio, e per approdare fino all'arrendersi all'intuito fisico, all'espressività del dramma e del suo ridicolo, e al gioco tra essere esposti e voler essere guardati.

Costo del laboratorio 30€
più tessera di Teatro Caverna (2€ annuali)
Info e prenotazioni: info@teatrocaverna.it o 3891428833




Matteo Marchesi
Nasce a Bergamo nel 1987. Parallelamente agli studi di scenografia e costume all'Accademia di Belle Arti di Brera, con il supporto di una famiglia dedita alla scienza, alla religione e alle attività comunitarie, approccia la danza all'età di 21 anni. Le esperienze attraverso differenti pratiche di danza, in contesti dentro e fuori dai confini nazionali, lo hanno portato a considerare la necessità di ricerca sul corpo e la presenza, e sull'urgenza di condividere differenti qualità umane che cercano spazio in una realtà complessa. Per questo motivo le sue reference artistiche appartengono tanto al mondo della performance contemporanea quanto a elementi di cultura tradizionale e storica che ritornano in tempi e nazionalità differenti. 
Ha lavorato negli ultimi 10 anni per autori e coreografi italiani e stranieri e dal 2017, dopo essere stato assistente di Virgilio Sieni ai progetti di comunità, lavora come performer con Silvia Gribaudi e dal 2018 è artista associato della compagnia Zebra. Nel 2019 ha debuttato con BOB in coproduzione con Festival Danza Estate ed è finalista al premio DNAppunti Coreografici con RUN-A-WAY, la nuova produzione per il 2020.

Iniziativa all'interno della stagione teatrale Abboccaperta organizzata da Teatro Caverna con il sostegno di Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus