Teatro Caverna

Associazione culturale // La cultura è il nostro ossigeno, ABoccAperta respiriamo: ricerca artistica teatrale - arti visive - letteratura - musica - cinematografia
In scena

30 giugno 2018 | Grenoble

Comare Morte


Per la 30° edizione dei Rencontres du Jeune Théâre Européen di Grenoble del luglio 2018, gli organizzatori del festival hanno chiesto a Teatro Caverna di realizzare lo spettacolo di apertura nella suggestiva cornice del Museo Archeologico di Grenoble. Sette allievi si sono quindi messi all’opera confrontandosi con una fiaba dei fratelli Grimm.

Lo spettacolo inizia con il pianto di alcune donne e la sensazione della vanità del mondo.
Poi l’atmosfera rapidamente cambia lasciando spazio ai personaggi della fiaba: grotteschi e divertenti becchini-vermi affamati; beffarde streghe narratrici, Dio, il diavolo, il re, la principessa... Ma soprattutto lei, la Morte.
Imponente e giusta. Lei a cui nessuno sfugge e a cui nessuno può resistere.

La trama
Un pover’uomo sceglie come madrina del tredicesimo figlio la Morte perché essa è giusta e non fa distinzione tra ricchi e poveri.
Una volta cresciuto, grazie alle cure di una simile madrina, il figlioccio diviene il medico più famoso del mondo, in grado di predire la vita e la morte di qualsiasi ammalato.
È la Morte stessa a comunicarglielo, ma lui deve ubbidire al suo volere.
Quando però ad ammalarsi sono il re e poi la bella principessa, il giovane trasgredisce i comandi della sua madrina che non esiterà a fargli capire che solo lei è la vera signora, né cattiva, né buona... semplicemente giusta.


Regia: Damiano Grasselli

Con: Velia De Nicola, Helio Gomes, Matteo Lupi, Viviana Magoni, Niyayesh Nahavandy, Nicolò Pandiscia, Luca Ravelli, Pau Salmeron

Produzione: Teatro Caverna