Teatro Caverna

Associazione culturale // La cultura è il nostro ossigeno, ABoccAperta respiriamo: ricerca artistica teatrale - arti visive - letteratura - musica - cinematografia
In scena

7 dicembre | Cineteatro Rosciate

Il tenace soldatino di stagno

UNA STORIA DI SPERATO AMORE
Spettacolo teatrale per voce, suono e luci: ambientazione poetica ispirata alla fiaba omonima di H. C. Andersen.

Ideazione e voce Damiano Grasselli
Collaborazione Viviana Magoni
Produzione Teatro Caverna

Lo spettacolo racconta la storia di un soldatino di stagno senza una gamba innamorato di una bella ballerina di carta.
Il soldato cerca di offrire alla ballerina il proprio amore, ma un orribile pupazzo si oppone al soldatino.
Il soldatino cade dalla finestra, attraversa la città viaggiando nelle acque sotterranee e infine viene inghiottito da un pesce.
Eppure riesce a tornare dalla sua ballerina e finalmente può sorriderle.



La stanza dei giochi di un bambino. Un castello, con le sue finestre aperte per spiare dentro le stanze.
Il soldatino è senza un gamba.
Sulle note di Satie, tra i giochi, compare una delicata e dolce ballerina.
Il racconto si snoda tra una serie di stupefacenti giochi di luce, delicati tappeti sonori e macchine di scena che muovono, illuminano e animano i giocattoli.
Una voce narrante accompagna con delicatezza la vicenda.

Uno spettacolo adatto a tutte le età per la sua poesia e la sua capacità di stupire. 


E’ un mistero che cosa ci sia dentro la stanza
E’ un mistero perché i giocattoli prendano vita
E’ un mistero perché il castello splenda di questa luce
E’ un mistero come il soldatino torni a casa
Tenace
E’ un mistero come la ballerina non perda l’equilibrio
Tenace
E’ un mistero l’amore
Tenace