Teatro Caverna

Associazione culturale // La cultura è il nostro ossigeno, ABoccAperta respiriamo: ricerca artistica teatrale - arti visive - letteratura - musica - cinematografia
In scena

gennaio 2018 | Gorizia

Werther


La prima coproduzione di Teatro Medico Ipnotico e Teatro Caverna, una trasposizione in chiave contemporanea de "I dolori del giovane Werther".
Il debutto è avvenuto il 19 giugno al Festival Immagini dall'interno di Pinerolo

Patrizio dall'Argine:
"La nostra viene spesso definita la società delle immagini e della comunicazione.
Tuttavia credo sarebbe più corretto parlare di società della scomparsa delle immagini e del rumore di fondo.
In questo contesto il lavoro dell’artista dovrebbe cercare l’invisibile che si cela nel visibile e il visibile che si trova nell'invisibile. Il teatro dei burattini, fatto di statue moventi, oranti e policrome, ha le carte formali per tentare una partita con il tempo, da giocare sulla scena del teatro.
Negli ultimi cinque anni ho tentato con i miei burattini di frequentare territori di ricerca:
    Il nuovo progetto consiste nell'adattamento per burattini del Werther, tradendo la struttura epistolare e collocando la vicenda nei nostri giorni. Voglio perciò continuare a lavorare sulla predestinazione e studiare la natura dei sentimenti, sentimenti assoluti che non permettono vie di fuga.
    Per far questo vorrei lavorare su questi punti:
      Il Teatro medico-ipnotico da solo non potrebbe affrontare un impegno visionario e poetico così complesso e ambizioso. Abbiamo perciò stretto un sodalizio con il Teatro Caverna di Damiano Grasselli, una realtà a noi affine per la volontà di indipendenza e per la comune posizione di critica (attiva) al sistema di proposta teatrale."